La Stampa 3D: Ideare, Progettare e Costruire il Futuro

Pubblicato il: 01/04/2020 – 18:40

Il nostro Ing. Raffaele Talarico ci spiega la stampa 3D

Nel lontano 1986 Charles Hull “Chuck”, inventore statunitense, inventò e brevettò la stereolitografia. Oggi, dopo quasi 35 anni, la sua invenzione sta spopolando tra i grandi gruppi industriali e i piccoli “makers”: la stampa 3D!! 

Lo sviluppo della stampa 3D è un po’ come internet alla fine degli anni 90’, una moda passeggera che, invece, con il tempo ha rivoluzionato il mondo. Allo stesso modo la stampa 3D, oggi, rappresenta uno strumento dal grande impatto sociale, uno strumento in grado di rivoluzionare il modo di pensare e progettare nuove idee.

Cos’è una stampante 3D?

E’ un dispositivo che consente di creare oggetti tridimensionali partendo da un modello disegnato tramite software, replicandolo in diversi materiali. Dunque non è altro che un’evoluzione della tradizionale stampante 2D.

Come funziona?

Esistono diverse tipologie di stampanti 3D, ma quelle più diffuse sono:

  • le stampanti a deposizione fusa (FDM Fused deposition modeling) dove l’oggetto viene creato attraverso la deposizione di uno strato sopra l’altro di materiale plastico attraverso l’utilizzo di un ugello in grado di riscaldare il materiale fino ad una temperatura prossima a quella di fusione.
  • Le stampanti a sinterizzazione laser selettiva (SLS – selective laser sintering) nelle quali l’oggetto viene creato attraverso la stratificazione di polveri di materiale plastico o metallico che viene “indurito” attraverso una sorgente laser;

A cosa serve?

Inizialmente, tale tecnologia, è stata pensata per la grande industria al fine di creare prototipi funzionali. Oggi, attraverso la diffusione della stampa 3D, gli ingegneri e i designer possono toccare con mano le proprie creazioni senza necessariamente mettere in piedi un costoso ed inutile processo produttivo. Questo ha portato ad una ulteriore evoluzione del mercato di diffusione; difatti oramai sono diversi i “makers” che con l’utilizzo di stampanti, dai costi ragionevolmente bassi, danno sfogo alla propria creatività realizzando idee a costi sostenibili anche in ambito “domestico”.

Quali sono i pro e i contro della stampa 3D?

Divenuta oramai una tecnologia alla portata di tutti, è stato necessario fare una analisi su  quali siano i punti di forza e le debolezze. Tra i vantaggi ci sono sicuramente la facilità di creare oggetti di qualsiasi forma, i bassi costi per le stampanti di uso domestico e la moltitudine di materiali stampabili. Di contro tra gli aspetti negativi c’è sicuramente quello legato ai tempi che, per lavorazioni particolari, potrebbero risultare elevati e soprattutto la produzione in serie che non risulta praticamente conveniente.

Quale futuro per la stampa 3D?

Il notevole sviluppo messo in atto dal settore negli ultimi anni, porterà a ridurre ancora di più i costi delle stampanti e diminuire i tempi di realizzazione degli oggetti. Molto importante sarà anche lo sviluppo di nuovi materiali che potrebbero entrare a far parte del mondo della stampa 3D, soprattutto in campo medico e dell’aerospace.

Ing. Raffaele Talarico – CTO Didacta Service S.R.L.


2020-04-01 08:04:49

Tag correlati
Ultimi articoli

PNRR, al via il “Piano Scuola 4.0”

FUTURA Orizzontale

Il “Piano Scuola 4.0” è una straordinaria occasione di innovazione degli ambienti didattici per tutte le scuole del primo e del secondo ciclo grazie al più grande investimento per la trasformazione digitale della scuola italiana.
Il Piano prevede 2.1 miliardi di euro di investimenti totali per la Scuola 4.0 di cui:

pnrr1

380mln per progetti per strumenti per didattica a distanza ed integrata, STEM
1mld e 296mln per la creazione di 100.000 aule innovative
424mln per le scuole secondarie di secondo grado per i laboratori e le professioni digitali

pnrr2

Next Generation Classrooms” è la prima azione del Piano Scuola 4.0 che prevede la trasformazione di almeno 100.000 aule in ambienti di apprendimento innovativi in tutte le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado.

Le aule innovative favoriscono l’apprendimento attivo degli studenti e delle studentesse facilitando la collaborazione e l’interazione tra studenti e docenti, la motivazione ad apprendere, il benessere emotivo, il peer learning, il problem solving, la co-progettazione, l’inclusione e la personalizzazione della didattica ed l prendersi cura della propria aula.
Contribuiscono a consolidare le abilità cognitive e metacognitive, il pensiero critico e creativo, imparare ad imparare ed autoregolazione, le abilità sociali ed emotive, empatia, autoefficacia, responsabilità e collaborazione, le abilità pratiche e fisiche, uso di nuove informazioni e dispositivi di comunicazione digitale.
Gli arredi sono modulari e flessibili per consentire rapide riconfigurazioni; nelle nuove aule dovrà essere disponibile una connessione in banda ultra larga, uno schermo digitale, l’accesso a contenuti digitali e software, oltre a dispositivi per la fruizione a distanza, per la promozione di scrittura e lettura, per la realtà virtuale e aumentata, per lo studio delle STEM, per l’apprendimento del pensiero computazionale, dell’intelligenza artificiale e della robotica.

pnrr3

Ogni aula diventa così un ecosistema inclusivo e flessibile che integra tecnologie e pedagogie innovative.

pnrr4

“Next Generation Labs” è la seconda azione del Piano Scuola 4.0 che prevede la realizzazione di laboratori per le professioni digitali del futuro in tutte le scuole secondarie di secondo grado.

pnrr5

I laboratori permetto di ampliare l’offerta formativa con percorsi curricolari ed extracurricolari, PCTO, fornire competenza digitali orientate al lavoro per far conoscere da vicino gli ambienti professionali.

A seconda degli specifici indirizzi di studio di ogni scuola nei laboratori si potranno apprendere robotica ed automazione, intelligenza artificiale, cloud computing, cybersicurezza, IOT, making e modellazione e stampa 3D/4D, creazione di prodotti e servizi digitali, creazione e fruizione di servizi di realtà virtuale ed aumentata, comunicazione digitale, elaborazione analisi e studio dei big data, economia digitale, e-commerce e blockchain.

pnrr6

Grazie a strumenti tecnologici e didattica mirata i laboratori per le professioni digitali del futuro permetteranno di acquisire competenze digitali specifiche orientate al lavoro e trasversali ai diversi settori economici in coerenza con il profilo di uscita dello studente di ogni scuola in collaborazione con le risorse del territorio.


Per scoprire tutti i dettagli visita https://pnrr.istruzione.it/

Piano Scuola 4.0

Decreto Ministeriale di adizione del piano

#PNRRIstruzione


Fonte: Canale del Ministero dell’Istruzione
https://www.youtube.com/watch?v=Dj0LIiueKBc

Ambienti didattici innovativi per la scuola dell’infanziaAmbienti didattici innovativi per la scuola dell’infanzia

Ambienti didattici innovativi per la scuola dell’infanzia

Asse V (FESR) Azione 13.1.5

L’importo massimo del finanziamento per la realizzazione è pari a euro 75.000,00 I.V.A. inclusa.

PonInfanziaOk

Avviso pubblico prot. 38007 del 27/05/2022

Finalità e azioni dell’Avviso pubblico

Il presente Avviso è finalizzato alla realizzazione di ambienti didattici innovativi nelle scuole dell’infanzia statali per la creazione o l’adeguamento di spazi di apprendimento innovativi per poter garantire lo sviluppo delle abilità cognitive, emotive e relazionali delle bambine e dei bambini nei diversi campi di esperienza previsti dalle Indicazioni nazionali per la scuola dell’infanzia e per il primo ciclo di istruzione e in coerenza con le Linee pedagogiche per il sistema integrato zero-sei.

Tutte le ricerche sono concordi nel ritenere che i primi cinque anni di vita sono fondamentali per lo sviluppo dei bambini, in quanto imparano a un ritmo più veloce che in qualsiasi altro momento della loro vita e sviluppano abilità cognitive e socio-emotive di base, che determineranno i successivi risultati scolastici e condizioneranno anche la loro vita adulta. Introdurre nelle prime esperienze di apprendimento dei bambini nella fascia di età 3-6 anni l’acquisizione delle prime abilità nel pensiero critico e nel problem solving, nel pensiero computazionale, nella collaborazione, nella comunicazione, nella creatività, nell’alfabetizzazione tecnologica, nelle STEM, presuppone la disponibilità di spazi didattici e di strumenti ottimali per favorire le pratiche più appropriate per l’esplorazione e la scoperta, il gioco, la creatività, la sperimentazione e il benessere, con la creazione di ambienti esperienziali.

Gli interventi di trasformazione degli ambienti destinati alle scuole dell’infanzia sono finalizzati a potenziare e arricchire gli spazi didattici per favorire il progressivo articolarsi delle esperienze delle bambine e dei bambini, lo sviluppo delle loro abilità, nelle diverse attività e occasioni ludiche, e delle proprie potenzialità di relazione, autonomia, creatività e apprendimento, anche al fine di superare disuguaglianze, barriere territoriali, economiche, sociali e culturali.

Tipologie di intervento

Gli interventi ammissibili prevedono l’allestimento e/o l’adeguamento degli ambienti destinati all’apprendimento a disposizione delle sezioni di scuola dell’infanzia, attraverso l’acquisto di arredi e attrezzature didattiche e digitali coerenti con gli obiettivi educativi della fascia di età 3-6 anni. Gli ambienti si caratterizzano per garantire sicurezza, comfort, accessibilità, inclusività, flessibilità, rispetto dei principi di sostenibilità ambientale, con la dotazione di arredi – nella percentuale massima del 60% – che consentano la riconfigurazione dello spazio sulla base delle attività previste nel progetto educativo (tavoli per osservazione e attività esperienziali, arene riconfigurabili e tribunette, carrelli mobili, armadi e contenitori, librerie, sedute morbide e cuscini, tappeti didattici e luminosi, eventuali pareti mobili, etc.), di attrezzature digitali innovative, calibrate sulla base delle diverse tappe di sviluppo infantile (kit e strumenti per l’introduzione al coding, alla robotica educativa, alle STEM, kit per la creatività digitale, il making e il tinkering, proiettori e altri strumenti digitali per la creazione di ambienti immersivi, schermi digitali interattivi adeguati, piani luminosi, attrezzature per riprese audio e video e per il digital storytelling, stampanti e penne 3D, strumenti musicali digitali, software e app didattiche, sussidi digitali specifici per bambini con disabilità, etc.) e con attrezzature didattico-educative (kit per lo sviluppo del linguaggio e l’educazione alla lettura, kit per lo sviluppo delle abilità numeriche e di problem solving, kit e strumenti per costruzioni tridimensionali, per laboratori creativi, per lo sviluppo della motricità, per l’educazione emotiva, etc.).

Beneficiari

Sono ammesse a partecipare al presente Avviso le istituzioni scolastiche statali con sezioni di scuola per l’infanzia attive, appartenenti alle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria e Veneto.
Ciascuna istituzione scolastica statale di cui al comma 1 può presentare una sola candidatura.

https://www.didactaservice.it/tipologia_progetti/ambienti-didattici-innovativi-per-la-scuola-dellinfanzia-asse-v-fesr-azione-13-1-5/

demoArredo blue botCoding e roboticalenovoinformaticalaboratorio linguistico hd swrete didatticaone left 5c129f5c6c6f4957d4dae4fb1f4cf7f9stampa 3dlegofotocamerastorytelling e produzione audio videoarredamenti asilo nido scuola infanzia 1024x675 1Arredo arredi scuola infanzia didattica 1024x683 1Arredo grandi strutture asili nidoArredo Ludovico Aquila Fiat 01 480x320 1Arredo spazioarredo 1980x908 CEFA 01Arredo

Email

info@didactaservice.it

Indirizzo

Via A.Canova, 11 Lamezia T. (CZ)

Telefono

Tel. (+39) 0968 431007
Didacta Service è un’azienda leader nel settore delle tecnologie per la didattica. Offriamo soluzioni innovative all’avanguardia, progettando e realizzando laboratori, apparecchiature e strumenti hi-tech di ultimissima generazione.

Privacy policy - Cookie policy

Copyright © 2018/2021, Didacta Service. Tutti i diritti riservati.

Via A. Canova, 11 - 88046 - Lamezia Terme - Catanzaro - Calabria
P.IVA 01959430792 (SDI: M5UXCR1)
Tel (+39) 0968 43 10 07

Design: cfweb